Chi è l’Italienerin

Il mio nome d’arte è Eireen. Sono un’italiana che nell’agosto 2010 dopo una vita in Italia, ha deciso di fare il grande salto e andare a vivere e lavorare a Monaco di Baviera, con al seguito un marito supersonico e un bambino bionico. In questo blog racconto i tedeschi, gli italiani, gli expatriates, la vita in Baviera, la vita in Germania, il mondo del lavoro pre e transbrennero. È gradita la partecipazione di expats, non-expats, donne, uomini, bambini, senior e chiunque fosse interessato.

153 risposte a “Chi è l’Italienerin

  1. Ciao! Da qualche tempo, sto leggendo tutti i tuoi post. Volevo scriverti sul precedente blog, ma non mi è stato possibile registrarmi.
    Mi presento: sono Maurizio, un architetto Italiano che dal prossimo gennaio 2012 collaborerà con un architetto di Monaco.
    La mia famiglia – moglie e due bimbe – rimarranno a Torino.
    a sarà düra….. ( con la umlaut!!!!)

  2. Ciao Maurizio! Se hai bisogno di qualche dritta, fai un fischio! In bocca al lupo!

    • Ciao Eireen. Vivo in provincia di Reggio Emilia, da qualche giorno ho scoperto il tuo blog e ho visto una tua (presumo sia tu, dalla descrizione) intervista sul sito “voglio vivere così”. Spesso con mio marito si parla di cambiare vita, di mollare tutto e di trasferirsi altrove. Noi siamo stati per anni all’Oktoberfest: certo, non è come viverci, ma la Baviera ci affascina molto e ci piacerebbe come posto in cui far crescere i nostri figli (bimbo di 4 anni e bimba di 6 mesi). Io ho studiato tedesco a scuola (tanti anni fa) e qualcosa ancora ricordo, ma non è la lingua che mi frena. Ciò che ci frena è la paura di lasciare le nostre famiglie e una lavoro a tempo indeterminato, ma qui ci sentiamo ormai presi in giro, non vediamo futuro per i figli e saremmo disposti ad un enorme sacrificio pur di poter trovare condizioni migliori. Pertanto ti chiedo gentilmente alcune informazioni, principalmente, vale la pena di trasferirsi in Baviera?

    • Cara Valeria, la mia personale opinione (discutibile ovviamente) è che valga davvero la pena trasferirsi in Baviera se si é fortemente motivati e possibilmente con già un’offerta di lavoro in tasca. Diversamente, la vedo dura, specialmente con poco tedesco. Dopodichè ognuno prenda le decisioni che crede. In bocca al lupo! E

    • Hai ragione, la vedo dura anch’io. Grazie comunque per la gentilissima risposta, continuerò a seguirti, poi ti farò sapere se mai riuscissi a trasferirmi! A presto.

  3. fiuuuuuuuuu!!!!!!!!!

    la ricerca di una stanza in appartamento si sta rivelando piu’ ardua del previsto, tra annunci fasulli e proposte indecenti o prezzi folli, non so che pesci prendere…..
    Lavorero’ nei pressi della Ostbahnhof e mi piacerebbe trovare una sistemazione che mi consenta di muovermi in città il piu’ comodamente possibile, magari nelle vicinanze di un accesso della metro.
    Utilizzerei l’appartamento o la stanza durante la settimana, e ritornerei a Torino durante il fine settimana per far visita a moglie e figlie.

    Io e mia moglie, saremo a Monaco Sabato 17/12 dalle 16.00 e ritorneremo in Italia la Domenica alle 21.15. Se tutto va bene, durante il w.end visiteremo 2/3 appartamenti (ma non ho ancora ricevuto tutte le conferme dai proprietari o subaffittuari).

    Se tu avessi la possibilità di aiutarmi in qualche modo, te ne sarei grato.
    Magari hai conoscenti o amici con una stanza in piu’ che desiderano “arrotondare” le entrate familiari….

    ciao
    M.

  4. beh, conosco una persona che è nella tua stessa identica situazione e che userebbe le tue stesse identiche parole per descrivere la ricerca della sua stanza. Mi spiace, ma trovare stanza/casa a Monaco sembra essere un’impresa davvero difficile, per non parlare dei prezzi. A me è andata bene, la casa l’avevo giá, quindi non ho alcun tipo di esperienza nel campo della ricerca alloggi in Germania. Posso solo consigliarti di avere un’infinita pazienza e darti un margine temporale ampio, ossia di non scoraggiarti se in questo weekend del 17-18 non concludi nulla. Persisti. Hai già provato con i siti immobliari, tipo http://www.immobilienscout24.de ? O a mettere un annuncio per esempio sulla Süddeutsche Zeitung? In bocca al lupo.

  5. ho provato su wg-gesucht e immobilienscout ma anche su http://www.statthotel.de.
    Ho trovato anche una tedesca un po’ pazza che non voleva che cucinassi all’italiana nella sua cucina…. manco friggessi aglio e cipolla ogni sera…..

    ufffff.

  6. Ciao,
    sono Barbara, italiana trasferita a Monaco (vicinanze…) dal marzo 2008 (e da allora non ho ancora imparato a spiaccicare una frase in lingua).
    Compagno tedesco, figlio 4anni bilingue (e passivo in inglese).
    Ti seguo da tempo e ti auguro un Buon Natale al freddo 😉

    A presto !

    ~b

  7. Grazie Barbara, buon Natale anche a te! Ma come fai a sopravvivere qui senza parlrae il tedesco? Io impazzirei 😉

  8. Arranco..mi arrangio.. ma non mi entra in testa!
    E, lo ammetto, impazzisco!

  9. Ciao Eireen!
    mi chiamo Andrea e ho 21 anni… volevo solo farti i complimenti per questo blog e sopratutto per la tua tenace scelta di vita… io sono innamorato di monaco, ci sono stato da piccolo e da quando ho la patente appena ho l’occasione la colgo al volo per andare a farci un giro, difatti ai primi di gennaio ci trascorrerò un po di giorni. Mi sento più a casa quando sono a monaco rispetto a quando sono veramente a casa mia e mi piacerebbe un giorno poterci vivere…! detto questo spero che continuerai a scrivere le sensazioni che questa città trasmette e ti auguro buona fortuna!!
    tschuuuuuuuuuuuussssss!!!!!

    Andrea

    • Ciao Andrea, ti ringrazio davvero di cuore e mi scuso di averci messo tanto ad approvare il tuo commento, ma sono in Italia per le vacanze di Natale e fino ad oggi ero senZA COllegamento ad Internet. Più scrivo su questo blog e più entro in contatto con persone che adorano Monaco e vorrebbero venirci a vivere. Io credo che abbia un potere magico questa città. Continuerò a scrivere su di lei e i suoi abitanti, perchè è una continua fonte di ispirazione. In bocca al lupo! E.

    • come da copione sono appena tornato da 4 giorni passati a monaco e gia mi manca. In qualsiasi stagione la visito mi regala sempre nuove emozioni! Non sono ancora riuscito a trovargli un difetto da dire “questa cosa qua proprio non mi va giù..” ovviamente viverla da turista è diverso rispetto che a viverci, però anche dai pochi giorni che una persona ci può restare in visità sicuramente capisce che è una città volta sempre più alla ricerca del miglioramento in ogni settore, nulla viene trascurato. E il mio futuro è sempre più propenso a essere trascorso in questa città

  10. Ciao Eireen.
    Ho trovato per caso la tua esperienza sul sito “voglioviverecosì” ed ho visitato il tuo blog interessantissimo.
    Ho 39 anni e sono anch’io di Modena (Carpi) e sto cominciando anch’io l’iter del trasferimento a Monaco, dopo qui che ho dovuto chiudere la mia azienda.
    Moaco mi ha dato la sensazione di una città fatta apposta per le famiglie, nonostante sia caruccia. Vedrò comunque di trovare una casa magari un pò fuori.
    Ho trovato un lavoro come imbianchino/stuccatore e comincerò tra qualche giorno.
    Ma non sarà semplice: ho moglie e due bimbi piccolisimi, una casa da vendere, una lingua da imparare e diversi debitucci da saldare.
    Per ora verrò io, finchè non troverò una sistemazione per la mia famiglia.
    Continuerò intanto a seguire il tuo interessantissimo blog.
    Hai intanto qualche paese nei dintorni dove mi puoi consigliare di cercare casa?
    Ciao ciao
    Enrico

    • Buongiorno Enrico e benvenuto! Complimenti per il coraggio e per l’impresa che stai per affrontare. Sì, confermo che Monaco è cara, ma adatta alle famiglie: silenziosa, tranquilla, molto verde, piena di servizi. Per quanto riguarda il consiglio che mi chiedi, ti posso solo dire che l’affitto a Monaco è un problema e che per risolverlo bisogna andare verso la campagna. Ma poi si pone il problema di come raggiungere la città e allora conviene sicuramente andare ad abitare nei pressi una fermata della metro o del bus, per non rimanere tagliati fuori. Certo, se uno ha la macchina, si facilita la vita.Come nomi ti posso fare quelli dei paesini vicino a dove lavoro io, a Nord: Oberschleissheim, Unterschleissheim, Neufahrn e gli altri adiacenti… Però se tu il lavoro l’hai trovato a Sud, zona che io non conosco, allora i nomi che ti ho fatto non ti servono a nulla. Tutto dipende da dove lavori. In bocca al lupo!

  11. Buongiorno mi chiamo Antonio ed abito a Brescia sono sposato ed ho una figlia. La mia famiglia è cultrice del caffè tedesco è da 20 anni che facciamo colazione in questo modo. Purtroppo la nostra ammica che ci riforniva è ritornata definitivamente in Italia dalla Germania il 31-12-2011. Per cui abbiamo urgente bisogno di avere questa informazione fondamentale. Dove si può acquistare a Brescia oppure in provincia il caffè tedesco? Conoscete un sito web dove è possibile acquistarlo on-line. In attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti.

  12. Buongiorno Antonio, quale marca di caffè preferivi? Forse partendo da lì è più facile aiutarti. Ciao! E.

  13. Ciao Eireen.
    Grazie per condividere la tua esperienza su questo blog. La sto trovando molto interessante e apprezzo anche la tua ironia.
    Sono Paolo, 28 anni. Ho da poco mollato il lavoro a Reggio Emilia e sono partito alla volta di Norimberga, dove abita la mia ragazza. Sto cercando lavoro ma non so ancora dove andrò a vivere e lavorare. Ho mandato tanti Cv in zona ed in settimana mi recherò a Monaco a fare un intervista (in inglese) presso uno studio di produzione video. Nel caso andasse in porto qualcosa ti farò sapere ;). p

    • Buongiorno Playmaino e benvenuto in questo blog. Mi fa sempre un gran piacere sapere di avere un lettore in più! Io vengo dalla tua stessa zona, anche se da una città diversa. Ti mando un enorme “In bocca al lupo!” per la tua interview e attendo news su com’é andata! Bis bald! Continua a seguirmi! E.

  14. Ciao Eireen, volevo solo aggiornarti sulla mia situazione. Dato che probabilmente potrei stare a Monaco per un periodo di tempo indefinito, mi sto mettendo avanti per cercare una stanza. Ovviamente lo so che non sei un agenzia immobiliare, ci mancherebbe, ma se per caso hai notizia di qualcuno ( amici, colleghi, ecc) che affitta, fammi un fischio ;). Grazie
    Mi trovi anche su FB come Paolo Mainini.

    • Caro Paolo, in bocca al lupo per la tua ricerca! Al momento non so di nessuno che cerchi un inquilino, ma se sento qualcosa…

  15. Scusa Eireen, perché dai tutte queste info aggratis? Hai forse un’agenzia?
    Non ti far sfruttare, perdi solo tempo.

  16. Bisognerebbe infatti che io aprissi una vera e propria agenzia. “Comitato d’accoglienza a Monaco di Baviera”. 30 euro l’ora e vi dico tutto quello che c’é da sapere su come rifarsi una vita in Baviera: documenti, casa, lavoro! 😉

  17. Ciao Eireen! che bello averti scoperta….no, non è una sviolinata ma l’entusiasmo derivante dall’aver trovato il tuo blog! Mi chiamo Alessia, sono una tua coetanea di Padova ed ho un grandissimo sogno nel cassetto (ma proprio grande…da ben vent’anni!): venire a vivere a Monaco di Baviera. Sì, lo so che non sono originale ma è proprio così e più passa il tempo, più questo mio desiderio spinge per realizzarsi. Mi sono innamorata di questa meravigliosa città la prima volta che l’ho visitata e mi sono subito sentita a casa mia. In Italia invece, come nel tuo caso, mi sento sempre fuori posto, vuoi per carattere ma anche per il mio modo di vedere le cose (decisamente nordico!). In questo momento sto rivoluzionando la mia vita ed ho deciso che è arrivato il momento di provarci. Passo nr. 1: trovare un lavoro….e non so proprio da dove partire! Io lavoro da dieci anni come consulente commerciale per la vendita di servizi alle aziende, parlo inglese, francese, tedesco (da “rinfrescare) ed ho una passione sfrenata per l’interior design. Secondo te ho qualche possibilità? So che non sei un’agenzia di collocamento ma qualsiasi tuo consiglio per me vale oro!
    Grazie mille e grazie per quello che scrivi…leggendoti mi sembra di respirare un po’ di aria e di atmosfera Bavarese! Ciao, ciao 🙂

  18. Ciao Eireen! Ti sto scrivendo per la terza volta stasera perché non credo che il mio post ti sia arrivato…ho una connessione da paura!
    Comunque volevo dirti che sono felice di aver trovato il tuo blog..per me è stato come aver trovato un’amica che mi parla di Monaco.
    Mi presento: mi chiamo Alessia, ti scrivo da Padova e sono una tua coetanea. Ho un enorme sogno nel cassetto (da ben vent’anni!) : venire a vivere a Monaco di Baviera. Lo so che non sono originale ma per me è davvero un sogno enorme, incontenibile. Mi sono letteralmente innamorata di questa meravigliosa città da quando l’ho visitata, la prima volta, a 18 anni e mi sono sentita subito a casa mia. In Italia, al contrario, mi sono sempre sentita fuori posto, proprio come te. Nel mio caso dipende sicuramente dal carattere e dal mio modo di vedere le cose (decisamente nordico!). Ho deciso che è arrivato il momento…ma devo trovarmi un lavoro! Allora: lavoro da dieci anni come consulente commerciale per la vendita di servizi alle aziende, parlo inglese, francese, tedesco (da “rinfrescare”) ed ho una passione sfrenata per l’interior design. Secondo te ho qualche possibilità? Lo so che non sei un’agenzia di collocamento ma credimi, dato che non so manco da che parte iniziare, anche un semplice consiglio per me vale oro!
    Grazie mille e grazie per il tuo blog….leggendoti respiro un po’ d’aria Bavarese. Ciao! 🙂

    • Ciao Nicia e super-benvenuta sul blog!! WOW che entusiasmo sprizza dalle tue parole: brava, mi sembra un ottimo punto di partenza! Che dire di Monaco? Che qua, come ho già ripetuto più e più volte, la qualità della vita è alta, ma non vanno sottovalutate le difficoltà legate ad un espatrio. Comunque se tu parli già 3 lingue, sei avvantaggiata. Hai mai sentito parlare dell’european Patent Office qui a Monaco? http://www.epo.org Cercano sempre personale trilingue e quindi puoi provare a mandare il CV! Per il resto qua a Monaco ci sono anche l’ESO (European Southern Observatory) http://www.eso.org, dove addirittura basta l’inglese. Senò la BMW, la Danone… E poi sicuramente altre che io stessa non conosco. Io personalmente inizierei così. Per il momento ti mando un enorme in bocca al lupo e chissá se ci vedremo a Monaco! 🙂 Ciao E.

  19. Buongiorno Eireen!
    Innanzitutto grazie, poiché non conoscevo i due enti di cui mi hai indicato il sito e quindi procedo senz’altro ad inviare loro il mio CV…e poi, perché no, ci provo pure con BMW e Danone! Sei stata gentilissima a rispondermi subito, così approfitto del weekend per fare i primi passi pro-espatrio.
    Quindi, crepi il lupo (poveretto) e arrivederci in Marienplatz! (spero presto).
    Ciao e buon weekend, Nicia44

  20. Ciao Eireen,mi chiamo Marco, complimenti per il bellissimo blog.Ti scrivo per sentire il tuo parere.
    Io ho una piccola impresa con mio fratello con alcuni dipendenti (in profonda crisi come il 90% delle imprese in italia),la mia compagna abita vicino a lubecca e tutte le volte che posso vado a trovarla.Oggi, dopo l’ennesima discussione con mio fratello e sua moglie a proposito dei tedeschi (lui non la conosce e non le ha mai parlato assieme),vorrei trasferirmi in germania da lei (una “crucca” come la chiama lui).visto che conosco praticamente tutti i tipi di computer industriali,penso che nella zona di amburgo,dopo che ho imparato il tedesco posso trovare un’impiego.Tu cosa ne pensi?
    un salutone,

    • Caro Marco, scusa il ritardo con cui approvo il commento e rispondo, ma sono in Italia per Pasqua e mi collego poco spesso. Purtroppo la tua è l’ennesima conferma di come la situazione attuale del nostro paese sia poco felice. Quello che ti posso dire non è molto, se non, come forse saprai giá, che la Germania, pur sentendo la crisi, è riuscita a rimanere a galla meglio degli altri paesi europei. Purtroppo non conosco la zona di Amburgo, città che si trova dall’altra parte della Germania rispetto a Monaco. Certamente se conosci i computer industriali mi sebra un buon punto di partenza, ma non sottovaluterei il fatto che tu non conosca ancora il tedesco. Hai pensato a come potresti inserirti nel mondo del lavoro amburghese senza parlare la lingua? Se conosci bene l’inglese, potresti sfruttare questa carta, cercando di andare a lavorare per aziende multinazionali che accettino anche persone che non sanno il tedesco, ma parlino l’inglese. Se vuoi studiare bene il tedesco con un corso intensivo, ti consiglio di mettere in conto circa un anno prima di poterti arrangiare. Diversamente, se ti accontenti, potresti cominciare facendo dei lavoretti (bar, ristorant etc…), per cui saresti sovraqualificato, ma potresti cominciare così a parlare un po’ la lingua. Poi pian piano… In bocca al lupo!

    • Grazie del cosiglio,ora sto gia’ studiando il tedesco.ad agosto sono a lubecca,
      Un salutone
      Marco

  21. Ciao Eireen, mi chiamo Davide e anche io come altri italiani sto valutando l’ idea di trasferirmi all’ estero sia per questioni lavorative, sia per un’ insofferenza generale verso il Nostro Paese che non dà segni di miglioramento. Ci sono delle probabilità di finire a Monaco. Vorrei chiederti un paio di cose:
    -esistono associazioni/ organizzazioni italo- tedesche che aiutino i nuovi arrivati nell’ inserimento del tessuto sociale tedesco o che lo rendano in qualche modo meno traumatico?se si quali?
    -sul cibo… come tutti gli italiani amo il buon cibo ma anche mangiare sano e di qualità. In Germania si trovano facilmente i prodotti freschi (soprattutto frutta e verdura di buona qualità) oppure lasciano un pò a desiderare? Ovviamente mi riferisco ai negozi dove si fa la spesa.
    Può sembrare una domanda assurda ma per me è importante dato che consumo molta frutta e verdura e sono abituato alla nostra qualità…
    Grazie!

    Davide

  22. Caro Davide, benvenuto nel blog, che spero continuerai a seguire appassionatamente 😉 e in bocca al lupo per il tuo, mi pare di capire, imminente espatrio a Monaco. Ti devo confessare che io non mi sono mai rivolta ad associazioni di italiani qui. Ho sempre temuto, infatti, che poi mi sarei chiusa tra connazionali e non mi sarei mai aperta a conoscere stranieri. Posso solo indicarti il sito http://www.italiansonline.net , il portale degli Italiani nel mondo. Lì ti puoi iscrivere alla sezione di Monaco di Baviera e trovare tante info utili su come cercare casa o dottori, ad esempio.
    Per quanto riguarda il resto, beh, ti posso rassicurare: qui si trovano anche frutta e verdura buone, magari spendendo un tantino di più nei negozietti piuttosto che al supermercato, come è poi anche in Italia. Inoltre ci sono diversi supermercati che vendono prodotti italiani e si può sempre fare scorta di bontà proprio lì. Ormai l’italianitá é arrivata ovunque e sospetto che pure se tu ti trasferissi nel deserto di Atacama, troveresti pasta, merendine, sughi e quant’altro del Belpaese. Buon espatrio! Eireen.

    • Grazie della risposta!
      Infatti la domanda riguardante le associazioni era non tanto per stare per forza con i connazionali ma più che altro per avere un supporto per ciò che riguarda evntuali documenti, casa, logistica varia ecc.. per chi parte e non ha idea di come muoversi sul territorio… anche io concordo sul fatto di aprirsi al pase ospitante… su quando sarà lo sbarco ancora non so con certezza, stiamo a vedere : )

      Grazie ancora!
      Davide

  23. Finalmente ho letto tutti i post/commenti, che fatica! Ma ho voluto aspettare di finire tutto prima di scrivere qui.

    Mi presento, sono Fabrizio, laureando in medicina e con l’idea di specializzarmi in neurochirurgia a Monaco per tutta una serie di ragioni, che hai messo in evidenza tu stessa in diversi post. Già ad agosto sarò a Monaco a fare un primo viaggio (e vacanza!) di ricognizione, per poi trasferirmi definitivamente – se tutto va bene e se deciderò definitivamente di fare il grande passo – intorno a marzo dell’anno prossimo. In tutto questo, ad agosto inizierò anche a studiare la lingua, dovendo partire da zero. Ma sono fiducioso, e le motivazioni solo molte!

    Complimenti per il blog, ben scritto e ironico al punto giusto, e che mi ha dato molti spunti interessanti su cui riflettere. Continua così 🙂

    Tschüüüüß 😀

    • Caro Fabrizio, benvenuto tra i lettori di questo diario on lain! Non sai che gioia ogni volta che acquisisco un nuovo “fan”! Davvero, è la più gran felicità per qualcuno che scrive, sapere che dall’altra parte c’è qualcun altro che legge con piacere. Santo cielo, hai letto tutti i post e i commenti WOW! Complimenti e in bocchissima al lupo per il probabile trasferimento a Monaco. In bocca al lupo anche e soprattutto per lo studio del tedesco eheheheheh! Continua a seguirmi e vedrai che quando arriverai qui, un po’ sarà come ci abitassi già da tempo! A presto E.

  24. Ciao a tutti! Tra pochissimo farò il mio primo mini trasferimento a Monaco per qualche giorno per prendere contatto con una persona che è cugino con dei miei parenti e che si è dimostrato molto disponibile per aiutarmi nei primi tempi. Sono molto contento di tutta la faccenda e so anche che dovrò darmi molto da fare su vari fronti.. intnato sto già studiando tedesco da qualche tempo e, da quanto ho capito bisogna frequentare dei corsi di lingua sul posto se si desidera rimanere molto a lungo in Germania…
    Non vedo l’ ora e incrocio le dita per tutto!

  25. Ciao eireen sono valerio di livorno e purtroppo le cose qua vanno sempre peggio compreso quelle della mia ditta dove lavoro e sempre piu ho la voglia di lasciare questo assurdo paese che hanno rovinato e stavo pensando proprio a monaco dove sono stato 3giorni anni fa ha trovare un amico che ha sposato una ragazza tedesca ma la cosa che mi spaventa di piu per un eventuale trasferimentoè

  26. Ciao Eireen..
    anche io sono un’altra italiana che pensa di venire a vivere a Monaco!
    Ho un figlio di 6 mesi e la prima cosa a cui penso e’ trovare un asilo internazionale! Tu sapresti cortesemente indicarmi uno o piu’ di questi?
    grazie in anticipo se saprai aiutarmi!

  27. volevo anche chiederti… io e famiglia vorremmo trasferirci a Monaco pur senza sapere nulla di tedesco… secondo te e’ una cavolata, avendo tra l’altro un bimbo piccolino?
    (io il lavoro ce l’avrei gia’, dovrebbe cercarlo solo il mio compagno)..
    e’ che vorremmo cogliere l’entusiasmo del momento… credo che se aspettiamo di sapere il tedesco.. non partiremmo piu’!
    grazie del tuo consiglio!

  28. Cara r, per quanto riguarda gli asili, il discorso è complesso. Nel senso che trovare posto negli asili (nidi in questo caso) di Monaco non è semplice. Bisogna muoversi con largo anticipo, prendersi molto tempo e iniziare con pazienza a fare telefonate e scrivere e-mail. Io quando arrivai a Monaco iniziai a cercare un possibile asilo per mio figlio semplicemnte tramite Google. So che esiste anche un asilo italo-tedesco e credo sia un nido; si chiama “Il Trenino”.
    Non so se tu intendi asilo nido privato o pubblico, ma va da sè che nel privato vai a spendere molto di più che nel pubblico, come in tutto il mondo. Diversamente ci sono le Tagesmutter, mamme che si rendono disponibili a prendere in casa propria 4 o 5 bambini, circa della stessa età, e tenerli per qualche ora al giorno. Ti posso consigliare il seguente link per iniziare ad orientarti: http://www.muenchen.de/rathaus/Lebenslagen/Kinderbetreuung.html (ahimè tutto in tedesco!).

    Per il resto, fai bene a cogliere l’entusiasmo del momento, ma bisogna essere brutalmente realistici: senza il tedesco a Monaco è un gigantesco casino, specialmente se si hanno figli. L’unica speranza, per se stessi, è se si sa bene l’inglese e si lavora in un ambiente dove si parla più che altro inglese. Non voglio togliere le speranze a nessuno, ma come conti di iscrivere il bimbo all’asilo senza parlare la lingua? E come conti di comunicare con le tate se ci sono problemi? L’unica rimane quella dell’asilo italiano, ma è poi comodo da raggiungere da dove abiterete? Oppure bisogna che ogni volta ti tiri dietro qualcuno che traduca. Ancora: tu un lavoro ce l’hai giá, ma hai messo in conto che la vita a Monaco costa parecchio? E il tuo compagno si adatterebbe a trascorrere diversi mesi senza lavorare, magari impegnato in qualche corso di tedesco? Scusa per la brutalità, ma vedo troppe persone che mi scrivono piene di speranze perchè pensano che la Germania sia l’Eldorado e che, venendo qua, senza lingua ma con tanta energia, la vita cambi e migliori come per magia. Non è così: bisogna obiettivamente farsi un discreto ma++o e mettere in conto un sacco di difficoltá, perlomeno il primo anno o due. Se vuoi approfondire, puoi leggere le mie FAQ o la sezione “Links su Monaco e la Germania” qua sopra. Se dopo tutto questo discorso, non ti è calato l’entusiasmo allora in bocca al lupo e forza e coraggio che ce la potete fare! 🙂

  29. Io sto studiando un pò di tedesco per non arrivare totalmente digiuno, con un corso intensivo comprato in libreria della Giunti… in Germania poi ci sono scuole fatte apposta per stranieri (scuole del popolo). ne ho trovata una che per 100 ore di corso in 3 mesi circa, costa 200 euro….

    • Ciao Davide, sì quelle di cui parli tu sono le celeberrime Volkshochschulen, che mio marito ha frequentato per mesi. Poi ci sono gli Integrationskurse, corsi di tedesco per 1 euro all’ora (anche questi frequentati dal marito) e infine anche i corsi di tedesco per disoccupati che si ottengono tramite l’ufficio del lavoro e sono gratuiti e anche di ottimo livello. Insomma, c’é il classico imbarazzo della scelta.

  30. Ciao! sto cercando di recensire tutti i blog degli italiani all’estero se ti va di essere inserita nella mia lista passa da qui http://www.donnaconfuso.com/p/like-me.html

    grazie mille!

  31. Dopo l’amica che vive in Giappone ora ne avrò una che vive in Germania ! Non ti spiace che ti abbia definito amica spero! Mi piace leggere racconti di altri paesi e altre culture!!
    Ciaooooo 🙂
    liù

  32. Ciao ITALIENERIN e complimentissimi per il tuo coraggio e la tua intraprendenza. Ti scrivo anche per chiederti un consiglio (come molti, a quanto pare). Sono laureato in giurisprudenza e per me in Italia non c\’è alcuna prospettiva di lavoro, anche perché non ho alcuna intenzione di svolgere la professione di avvocato. Non conosco un\’acca di tedesco. Volendo trasferirmi a Monaco, con in tasca una laurea in giurisprudenza e una grande passione per le lettere, avrei qualche possibilità? Sii realista e… spietata. Grazie!

    • Caro NdP, come forse si può intuire leggendo il mio blog qua e là, venire a Monaco senza sapere neanche una parola di tedesco, è consigliabile solo se la propria vita in Italia è parecchio noiosa e si ha voglia di emozioni forti, molto forti, fortissime. Emozioni che comprendono però scoraggiamento, depressione, pentimento (chi me l’ha fatto fare?) e disorientamento. Ok, sto esagerando un pochino. Però ti garantisco che, se non sai la lingua locale, andrai incontro a tutt’altro che un miglioramento trasferendoti a Monaco. Conosco più di un straniero (anche italiani) che a casa sua faceva lavori qualificati, poi si è trasferito qua per amore, ma senza lingua e adesso se la sta passando …. diciamo non tanto bene. Si finisce per fare lavoretti del cavolo per parecchio tempo. L’alternativa è essere molto molto qualificati e trovare una ditta che ti assume e che accetti che tu parli solo inglese, ad esempio. Ovvio, se sei molto giovane, hai spirito di avventura, non temi nulla, ti adatti anche a fare il gelataio e a condividere l’appartamento con studenti vari, allora il discorso cambia completamente. Vieni pure, datti tempo per inserirti, metti in conto un inizio faticoso et voilà. In bocca al lupo!

  33. Ciao Eireen ho leggiucchiato qua e la il tuo blog e devo dire che condivido molte cose scritte. Sono molto felice che tu sia a Monaco perché i tedeschi hanno una marcia in più anche se hanno poche emozioni. 12 anni fa io ho trovato la mia Germania in Alto Adige a Bolzano. Mi sono trasferito da Milano e qui si vive da Dio. Purtroppo l’italiano di Bolzano ce l’ha a morte con i tedeschi e quindi vive una vita incazzato col mondo e prende ogni occasione per inveire sul popolo germanico. (vedi europei di calcio italia germania 2012). Ti auguro una buona vita e un sacco di felicità a München. Alberto

    • Caro Alberto grazie mille! Sì, so che in quelle zone ci sono diversi problemi di convivenza tra italiani e tedeschi, ma se non sbaglio, con le gioveni generazioni la cosa sta migliorando! Continua a seguirmi! Ciao E.

    • No eireen le nuove generazioni sono nate dalle vacchie ed hanno inculcato in loro tutte quelle vecchie sbagliate convinzioni e odi vari. Questo si scatena maggiormente quando c’é qualche evento o scontro nel quale si prevede che una fazione debba vincere sull’altra. Cmq non voglio andare avanti ad alimentare il discorso. Ioi trovo meglio con i tedeschi perchè ciò che dicono o promettono… fanno ed inoltre sono molto generosi. Noi abbiamo creato un sito di scambi e regali prima su Facebook e poi su un dominio vero (utenti altoatesini) ed in 4 mesi abbiamo scambiato 20.000 oggetti e il 98% degli scambi erano e sono fra madrelingua tedesca. Ho notato una maggiore fiducia e generosità in loro. L’italiano credo che non si fidi nel prossimo e credo che sia poco generoso, almeno qui. A…ecco scriverò il post dei pregi e difetti che ho letto poco fa. Ciao ciao e complimenti per il tuo blog e se posso consigliare le persone che leggono questo blog: inseguite i vostri sogni sempre e lasciatevi portare laddove vi porta il cuore.;-)

    • Caro Alberto, ho dato un’occhiata al tuo sito e non posso esimermi dal farti i complimenti! Ottima idea, efficace, utile. Bravissimi! 🙂 Per quanto riguarda il discorso della fiducia, ce ne sarebbe da dire… L’ho giá scritto più volte che in ambiente germanico la base dei rapporti é la fiducia e in Italia è la premessa che l’altro ti stia ingannando e tu devi proteggerti. Buona giornata! E.

  34. Bg mi chiamo Carmine e ho 33 anni. Vivo in Germania (Monaco) da un anno,ho lavorato in gastronomia come Aiuto cuoco e l.piatti ma da quando sono qua nm ho Mai Avuto un comtratto di lavoro 😦 e questo mi Fa male. Ora odio la gastronomia e Desiderei di lavorare in officina o come imbianchino. Mi mancha un lavoro di 8 ore e sono disperato bisogno di lavoro,vi prego aiutatemi!!! Un abraccio!

    • Carmine, non ti disperare! Hai provato ad andare all’Arbeitsamt a sentire se ti possono offire qualcosa? Vale la pena tentare!

  35. Ciao Eireen volevo sapere io sono un sistemista certificato Microsoft mi occupo quindi di sistemi informatici mi sta balenando l’idea di lasciare l’Italia proprio per Monaco, come funziona per entrare in contatto con le aziende e presentare il proprio curriculum. Ci sono delle Agenzie tipo quelle interinali che presentano il tuo curriculum?.
    Avevo intenzione di venire li per le prossime vacanze e vedere com’è l’ambiente e nel caso lasciare qualche curriculum.
    p.s non so il tedesco parlo inglese e poco russo, secondo te come dovrei muovermi?
    grazie

    • Caro Gianluca, perdona la brutalià e odiami pure per questo, se vuoi. Ma ricevo un numero incontrollabile di richieste simili alla tua e non posso in alcun modo smaltirle. Pertanto sono costretta a fare due cose. UNO Consigliarti di leggere i commenti a “Chi è l’Italienerin” per avere le tue risposte. DUE Dirti di fare un salto alla sezione “Link su Monaco e la Germania” qua sopra. Dopodichè in bocca al lupo! Eireen

  36. Che bello questo blog! Mi piace moltissimo come scrivi le cose, con leggerezza e ironia.
    Io mi sto trasferendo ad Amburgo con moglie, due figli di 1 anno e un cane. Nessuna conoscenza del Tedesco. Emozioni forti assicurate. Spero di sopravvivere ai primi mesi e magari aprirò anche io un blog, c’è un po carenza di informazioni da Amburgo, anche se c’è il blog di “racconti di oltre cavolo”
    Brava di nuovo e a presto

    • Buongiorno Maurizio e grazie delle tue parole! Cerco di raccontare l’espatrio con leggerezza e ironia, senò in certi momenti sarebbe davvero dura! 😉 Le emozioni forti, in questo tipo di situazioni, non te le toglie nessuno. In bocca al lupo! Fammi sapere se apri un blog. Ciao E.

  37. Ciao, mi chiamo Pasquale e vivo a Modena. Avevo scritto un bel messaggio su Monaco, dove ci sono stato diverse volte ed ho ricordi bellissimi, ma ho fatto casino e si è cancellato tutto. Magari lo riscrivo un’altra volta. Volevo almeno farti i complimenti per il blog e per la tua divertentissima ironia. Ciao a presto. Pasquale P.S.: ho capito bene che sei originaria di Modena?

    • Caro Pasquale ciao e grazie del tuo commento e dei complimenti, che gradisco davvero moltissimo. Per il resto: hai proprio indovinato! 🙂 Saluti E.

  38. ciao. ti ho conosciuto tramite il blog di paolo dove è stato pubblicato il tuo articolo.così mi sono incuriosita e sono venuta nel tuo blog. ho già letto qualche articolo. mi piace… credo che finirò presto di leggerli tutti. a presto

  39. quivienna.com…hai presente? lo hai anche commentato… eheh. comunque, ancora complimenti per il tuo blog! ciao.

  40. Ciao!Anche io vivo a Monaco e mi sono uccisa dal ridere per il post sui parrucchieri, dato che ne sto cercando uno giusto adesso per sostituire quello di assolutissima fiducia a Torino da cui vado da 10 anni e da cui nn posso tornare per un bel pò…….e stavo dicendo poco fa al mio ragazzo non è che poi mi ritrovo col taglio anni 80 che era fuorimoda persino negli anni 80?E vero che mi amerai qualunque taglio mi faranno??

  41. Cara Eireen, oggi mi sono imbattuta nel tuo blog e non posso fare a meno di scriverti.
    Mi sento una scema, te lo confesso, ma leggendo la tua esperienza si è riaperta in me quella piccola luce che mi fa credere che un giorno riuscirò a coronare il desiderio di partire e migliorare lo stile di vita mio e dellamia famiglia. Sono malata di un brutto male che è quello della voglia di non arrendersi ad una vita che potrebbe essere migliore, e non riesco a guarire. vivo ogni giorno pensando che qualche novità mi aspetta dietro l’angolo…la verità è che non è così e dovrei farmene una ragione. Ho 35 anni, un bimbo di 2 anni e mezzo e uno in arrivo, pochissimi soldi da parte, un mutuo, un lavoro a tempo indeterminato, un marito con un lavoro a tempo indeterminato che non parla una parola di inglese (figuriamoci di tedesco!!!)…con queste premesse pensi sia possibile decidere di mollare tutto e trasferirsi in Germania? e come? a fare cosa?Io ho vissuto in Canada, Argentina e Belgio, parlo inglese, francese e spagnolo per il tedesco misto dando da fare, d’altronde le lingue straniere sono la mia grande passione! Per me non sarebbe assolutamente un problema partire ma puoi immaginare chenon sia facile sopratttutto perchè mi sento responsabile per i cuccioli.
    Tu hai trovato lavoro prima di partire? dall’Italia? puoi darmi qualche dritta?
    Grazie mille e complimenti per il blog!

    Cristina

  42. Ciao Eiren, mi sto per trasferire a Koblenz, una città della Renania Palatinato: mi hanno offerto un ottimo contratto in una azienda anglo- tedesca, io sono un Matematico. Ho preso questa decisione a 46 anni, dopo tanti anni di aziende italiane e delusioni varie. Monaco mi piace moltissimo ma ho scelto questa piccola città della Renania perchè ho pensato che la qualità della vità lassù sia alta ma senza i problemi ( e i costi ) di Monaco.Ho avuto contatti con aziende di Monaco ma mi è sembrato che a Monaco , per cambiare completamente in meglio da come sto in Italia ( vivo a Bologna ) sia necessario uno stipendio davvero altissimo, anceh per un tedesco. Parlo tedesco , a livello B2. Detto ciò, hai tu qualche notizia di Koblenz ? Io ne ho, dato che ho preso questa decisione ( meditata ) ma mi piacerebbe sapere che ne pensi tu.

    Grazie

    Andrea

  43. Mariateresa Trottner

    Ciao, o servus, mi chiamo MariAteresa, mi sto per trasferire a Munchen, intanto complimenti, un blog simpaticissimo, poi diro’ come me la cavo.
    Continuero’ a seguirti -;)

  44. Ciao Eireen! sono capitato sul tuo blog quasi per caso… è veramente interessante e mi piace il modo in cui scrivi 🙂 ho già letto parecchi tuoi articoli… belle immagini di vita quotidiana e di realtà (o chiamale abitudini) differenti e mi sono fatto anche 2 risate.
    continua a scrivere…. ti leggo volentieri 😉
    bis Bald

  45. Moh pensa, pure io son di Modena….una gioia sapere che da qui non produciamo solo robe tipo Giovanardi……bel blog….

    A.

  46. Mai dire mai, Modena NON e’ esattamente una metropoli, ma io sono un vecchio babbione di 51 anni, quindi……altra generazione…

    A.

  47. Nuova adepta del tuo blog! Lo sto leggendo da due ore e non riesco a smettere… sará perché come te sono Italiana,mi sono trasferita da un anno vicino Stoccarda,ho un bambino che in traduce per me “l´incomprensibile lingua” e che quando esce con i nonni ha crocs e calzino di lana!

    • Ossantocielo, addirittura un’adepta! Questa non me l’avevano ancora detta. Grazie, grazie, grazie e benvenuta!! Viva i bimbi con Crocs e calzino di lana! 🙂

  48. Ciao Eireen mi chiamo Alessandro siciliano che vive a Udine da 18 anni. Io lavoro come artigiano in italia, faccio il pittore edile. Da qualche settimana insieme con un amico avevamo pensato di cercare di proporre le nostre decorazioni li a Monaco o in germania in generale. Tu conosci persone affidabili ( architetti, immobiliari ) che possano darci una mano in questo progetto. Un caloroso saluto Alessandro

  49. Ciao mamma di bambino bionico!! ^_^
    Sono mamma da un anno e mezzo di una splendida bimba-ciclone di nome Margherita. A fine anno/inizio nuovo, io e la pargoletta raggiungiamo il maritino-paparino a Monaco. Lui vive e lavora lì già da qualche mese. A parte l’ovvia ricerca difficilissima di casa (beh, eravamo preparati) ci stiamo scontrando con un miliardo di interrogativi riguardo la scuola della piccola. Io vorrei cercarmi un lavoro abbastanza in fretta, per cui vorrei farle frequentare un Kinderkrippe (si chiama così l’asilo nido per bimbi sotto i 3 anni, vero?)… ma esistono quelli pubblici? Noi stranieri abbiamo accesso o no? Mio marito sta cercando di informarsi ma i pochi genitori che conosce hanno i figli che frequentano scuole private spendendo una cifra esorbitante (350/400 euro al mese). E in ogni caso la piccola a Settembre 2013 avrà 2 anni e mezzo, qui in Italia la scuola materna inizia a 3 anni ma alcune scuole li prendono anche qualche mese prima. Sai per caso lì come funziona? La materna dovrebbe corrispondere al Kindergarten se non mi sbaglio e anche lì dovrebbero esserci sia pubblici che privati. Come avrai immaginato siamo momentaneamente al verde (altrimenti ce ne stavamo in Italia,no?? ^_^) anche se mio marito ha un ottimo lavoro (e sono sicura che farà carriera) e io aspiro a diventare la più famosa pasticciona…oops volevo dire pasticcera italiana a Monaco (bisogna avere grandi aspirazioni di questi tempi!!!!). Nel frattempo, mentre aspettiamo di diventare ricchi abbiamo bisogno di scuole pubbliche per la bambina. Puoi darmi qualche consiglio? Un saluto e un grosso grosso grazie per tutte le preziose info che leggo sul tuo blog.
    Chiara.

    • Ciao Chiara e benvenuta tra i commentatori! In bocca al lupo per il salto che state per fare tu e Margherita. Le Kinderkrippe (=asili nido) e Kindergarten (=scuola materna, cioè a partire dai 3 anni e non so se ce ne sono che accolgano i bimbi un poco prima) pubblici, certo che esistono. Ci sono due dettagli da considerare però: é difficile trovare posto e inoltre moltissime chiudono verso le 14 o le 15. Trovare una sistemazione per la bimba full-time e pubblica non sarà semplice. Non ti voglio scoraggiare, ma solo farti un quadro della realtà. Per trovare posto quello che devi fare é…telefonare. Io inizierei con Google per fare una ricerca e poi comincerei a sentire dove c’é posto.
      Diversamente esistono le Tagesmutter, mamme che tengono 3 o 4 bambini piccoli a casa loro, ma anche lì bisogna vedere che disponibilità oraria hanno. Ovvio che se punti a trovare un lavoro part-time, tutto il discorso cambia.

    • grazie mille e… crepi il lupo!! no, e chi mi scoraggia, male che va rimango a casa a fare la mamma e a studiare il tedesco e rimando la mia brillante carriera a quando Margherita sarà un po’ più grandicella 🙂 Comunque per quando avrò lavoro credo che le Tagesmutter siano la soluzione migliore, ho sentito dire che esistono anche quelle statali che costano un po’ meno. Staremo a vedere, fortunatamente di tempo ce n’è, non andiamo di corsa. Effettivamente come inizio potrei lavorare part-time e poi si vedrà! Anche perchè… sono appena alla mia terza lezione di tedesco (partendo da zero) ne ho di strada da fare!! ^_^

  50. ciao a tutti,

    mi chiamo Giulia e insieme a mio marito Paolo, abbiamo deciso di fare il grande salto ( come tanti in questo periodo).
    E’ da un pò di mesi che stiamo pensando alla meta da raggiungere, prima Canada ( troppo lontano….ora non ce la sentiamo ), poi Londra, con successivo trasferimento ad Amsterdam…mmmm no…poi Svizzera destinazione Lugano e in un secondo momento Zurigo….mha no non ci convince….ieri sera abbiamo avuto l’illuminazione…MONACO….sìììì ci piace…
    Abbiamo iniziato un corso di tedesco, tre settimana or sono ( siamo alla 5 lezione…ci piace) e avremmo intenzione di traserirci il prossimo settembre ( 2013) così abbiamo un pò di tempo per studiare bene il tedesco….nel frattempo il 22 e 23 dicembre veniamo a fare un giretto in quel di Monaco magari ci si potrebbe vedere per un caffè che ne dici Eireen?…
    nel frattempo seguo il tuo blog….me piace!!!!

    Ciao e grazie
    Giulia

    • Cara Giulia, in bocca al lupo per la vostra decisione. Anche io tanti anni fa pensavo al Canada e poi ho finito per scartarlo per troppa lontananza (e non abbastanza punteggio per passare il test d’immigrazione ahahah!).
      ” siamo alla 5 lezione…ci piace”. Si vede che siete all’inizio! No, scherzo, dai. C’è anche gente a cui il tedesco piace sul serio.
      Il 22 e 23 dicembre venite a fare un giretto qui? Copritevi bene, mi raccomando, che qui si stramazza dal freddo! In quei giorni, infatti, io sarò a riscaldarmi al teporino italiano pre-natalizio.
      Grazie del tuo intervento, non fare caso al mio tono acido: sto attraversando una fase strana. A presto! E.

  51. Leggevo che sei di Modena…noi siamo di Ravenna….non ti preoccupare posso capire se stai attraversando un brutto periodo…magari un giorno ci conosceremo…crepi il lupo e in culo alla balena…..;)

  52. Scusa mi sono confusa…..non sei tu di Modena….perdono…;)))

  53. Invece sono io fusa….sei Modenese…confermato l’accendo….:)

  54. Buongiorno,
    mi unisco agli altri nel farti i conplimenti per il blog. Sono a Monaco da circa 3 settimane: mio marito è programatore informatico e la società per cui lavora (a Roma) gli ha offerto la possibilità di lavorare su un progetto qui a Monaco. Io l’ho seguito con la nostra bimba di 8 mesi per amore e per voglia di allontanarmi dalla routine. Sono una 27enne laureata in giurisprudenza amante del diritto ma non della carriera di avvocato. Mio marito conosce il tedesco anche se solo ad un livello base ed io -se possibile- ad un livello ancora più basso (solo alcune paroline e se lo leggo riconosco i casi delle declinazioni). Vorrei fare un corso, ma dovrei prima trovare una soluzione per la mia bambina. Non è la prima volta che veniamo in Germania, abbiamo iniziato nel 2006, ci siamo innamorati e così escluso l’anno del nostro matrimonio (2010) ci siamo venuti praticamente ogni anno e ques’estate per un mese intero, promadi sapere del trasferimento. Questa però è la prima volta in bavaria (sempre in renania) e così qui non abbiamo amici ancora. È vero senza lingua è difficile e senza amici con mio marito a lavoro alcuni giorni ci si sente soli, ma per fortuna parlano tutti inglese ed un po’ riesco a comunicare e se dipendesse da me non tornerei in Italia… ma forse quando finirá il progetto dovremmo tornare. Abbiamo tanto cercato questa occasione ed ora la stiamo vivendo, certo siamo giovani, con voglia di cambiare e crescere e con la voglia di educare un membro della nuova generazione ad una societá multietnica… Sin dal 2006 siamo stati sempre accolti in modo così affettuoso ed amichevole che ci hanno fatto sentire a casa, basando i loro rapporti sulla FIDUCIA. In bocca al lupo a tutti quelli che ci provano e se non ci riescono del tutto hanno comunque fatto quel passo in più per ritentare.

    • Cara Anna, ti dò il benvenuto a Monaco e su “Die Italienerin” e ti dico anche grazie dei tuoi complimenti; siete tutti veramente troppo buoni con me! Mi è piaciuto tanto questo tuo commento: l’ho trovato realistico, ma anche incoraggiante e ottimistico. Nessun piagnisteo, nessun vittimismo, ma tanto “rimbocchiamoci le maniche e pensiamo positivo”. Bello spirito, sicuramente il migliore mix per un espatrio di successo! Complimenti, continua così! E.

  55. Buonasera Eireen,
    innanzitutto volevo farti i complimenti per il tuo blog, mi piace molto come scrivi. Sto leggendo man mano anche i tuoi vecchi argomenti, sono veramente interessanti perché mi danno un’idea vera della vita in germania e delle problematiche che si possono avere.
    Ho 28 anni e abito in provincia di Brescia. Io e mio marito siamo veramente veramente stufi dell’italia, siamo stufi di pagare un sacco di tasse e avere servizi scadenti, stufi del lavoro, dei colleghi che prima sono amici amici e poi ti pugnalano le spalle, siamo stufi di non avere prospettive, ecc. ecc.ecc., guarda non vediamo l’ora di scappare!!!!!!!!!
    La cosa assurda è che mi sembra di essere un’aliena, se per sbaglio parliamo di questa idea di scappare, ci sentiamo rispondere che siamo matti, dicono che siamo fortunati perché abbiamo una casa e il lavoro e non dovremmo lamentarci, e di tenere duro perché presto si riprenderà, boh sarà ma io non ci credo, a mio parere in italia la situazione peggiorerà sempre più. Spero proprio di sbagliarmi!!!!!

    Sia io che mio marito non parliamo tedesco, io l’avevo studiato (si fa per dire) a scuola ma non mi ricordo più nulla (uffaaaaaaaaaa perchè non mi sono applicata quando andavo a scuola??????). Mio marito invece parla bene l’inglese.
    Ora abbiamo deciso di mettere in vendita la casa, l’avevamo già deciso tempo fa, perché attualmente noi viviamo in una zona turistica, e cercavamo una zona più tranquilla, d’estate è un delirio, troppi turisti, troppo casino. Poi ci siamo detti ma invece di prenderci un’altra casa qui in italia perchè non ce ne andiamo via, visto che qui non ci piace????? E ci siamo detti, ok vendiamo casa e usiamo una parte dei soldi per farci un viaggio all’estero, e la prima sosta (e spero l’unica) è la germania. Ci ispira molto (anche se non ci siamo mai stati) per l’organizzazione, perchè economicamente è uno stato forte, per il tipo di vita. Ci siamo detti proviamoci, vediamo come va, se ci troviamo bene ci fermiamo e naturalmente ci cerchiamo un lavoro e impareremo la lingua. Non ci aspettiamo uno stato perfetto, senza problemi, ci basterebbe fare quello che facciamo in italia, lavorare, pagare le tasse, fare una vita tranquilla.

    Ah solo una curiosità, noi abbiamo 2 cani, leggendo su internet mi sembra di aver capito che i cani sono ben accettati in germania, possono andare in metropolitana, nei negozi, nei ristoranti, è davvero così?

    Scusami per il poema, se hai consigli li ascolto volentieri.
    Ciao.

    • Ciao,
      mi chiamo Giulia ed insieme a mio marito ci stiamo preparando per andare a vivere a Monaco. Il prossimo 22 Dicembre andramo a fare un primo sopraluogo. Mio marito è Mantovano io Ravennate e viviamo, appunto in Romagna. Se vuoi ti lascio la mia mail cosí possiamo confrontarci e fare un scambio di idee. La mia mail è: giulia.castellani@gmail.com mi trovi anche su facebook sempre come Giulia Castellani. A Presto.
      Giulia

    • Buonasera e, naturalmente, benvenuta e grazie! Leggendo il tuo commento mi sembra di leggere di me stessa qualche anno fa. Avrei potuto scrivere le stesse, identiche parole. Così sono venuta in Germania e non me ne pento. Ma ammetto che all’inizio non avevo messo in conto tutte le difficoltà pratiche ed emotive legate a un passo così importante come l’espatrio. Tu dici “Non ci aspettiamo uno stato perfetto, senza problemi, ci basterebbe fare quello che facciamo in italia, lavorare, pagare le tasse, fare una vita tranquilla.”. D’accordo, potrete avere queste cose trasferendovi qui, ma bisogna essere pesantemente realistici: ci vorranno anni. E anni di lacrime e sudore. Siete disposti? Se sì, ottimo; e buon divertimento (sul serio: con lo spirito giusto, ci si può divertire parecchio). Se no, son cavoli, detta papale papale. Per i cani, non avendo animali, non so bene come funziona qui in realtà e non ci faccio neppure granché caso, perché, lo confesso, non sono proprio un’amica degli animali. Massimo rispetto, ma ognuno a casa propria. 🙂
      In bocca al lupo per tutto! E.

  56. mi chiamo Angela sono nonna di 2 magnifici bimbi che vivono a Monaco con mamma e papà e che veniamo spesso a trovare. Ti voglio solo dire che apprezzo molto la tua buona volontè di aiutare gli italiani che vengono lì. Brava!! auguri cari per la tua vita!

  57. Complimenti per questo stupendo blog,e grazie per la rapidita’ che hai nel rispondere a tutte le domande che ti pongono i lettori, e bellissimo vedere una persona che si adopera per aiutare con semplici ma concisi e precisi consigli altra gente, mi presento mi chiamo santo ho una moglie ed una magnifica(per noi)bimba di 9 anni,io ho 45 anni mia moglie 40,dopo le varie promesse mai mantenute dai nostri politici,e vedendo l’andazzo nel nostro BEL PAESE abbiamo deciso e non a malincuore di trasferirci in un paese dove abbiamo la possibilita’ di vivere dignitosamente e non essere trattati da esseri umani solo ed esclusivamente nel momento in cui c’è da pagare le tasse( che sono veramente tante e chi ti scrive e un artigiano e purtroppo ne sò qualcosa a mie spese) faccio il parrucchiere uomo o meglio il barbiere da 25 anni , mia moglie ha lavorato 14 anni in un supermercato svolgendo quasi tutte le mansioni all’interno,diplomata ragioniera, tu pensi che ci sarebbero delle possibilità di lavoro per mè e la mia famiglia?Non parliamo una sola parola di tedesco ,ma abbiamo tanta voglia di imparare e siamo disposti a fare sacrifici(tanto quì li facciamo lo stesso per niente) non per forza vogliamo fare i nostri lavori ci accontentiamo di quello che ci possono offrire.Ti ringrazio ancora per la tua disponibilità e anche se non ci rispondi ancora auguroni per questo splendido blog, DIO TI BENEDICA!!! SANTO E TIZIANA.

  58. Buongiorno,
    dopo tante ricerche effettuate,finalmente ho trovato un blog davvero utile e per questo ti faccio i miei complimenti.
    Mi presento mi chiamo Doriana ed ho 20 anni convivente da quasi quattro,e’ uno splendore di bimbo di tre anni.
    Io sono un estetista, il mio compagno fino ad un anno fà era sottocapo presso la Marina Militare,purtroppo per dei motivi banali è stato congedato dopo sette anni e quindi ci siamo trovati senza lavoro anche perchè io mi occupavo del bimbo a tempo pieno,normalmente il mio compagno essendo entrato ad appena 19 anni in marina si è trovato senza nessun mestiere tra le mani se no che (responsabile dei mezzi nautici) che poteva effettuare in quell ambito.
    Dopo tante domande e curriculum inviati senza nessun esito positivo abbiamo trovato lavoro presso un call center,con un contratto a progetto è un salario bassissimo,abbiamo lavorato per circa 6 mesi e poi crisi anche li.
    Adesso domani partiamo e ci trasferiamo a Norimberga dove abbiamo già trovato lavoro (tramite un amico),ma c’è sempre un però, però non abbiamo la casa 😀 ……………….
    Abbiamo moltissimi amici ma come si dice GLI AMICI VERI SI VEDONO NEL MOMENTO DEL BISOGNO e loro come non ci hanno dato una grande mano…….speriamo ci vada bene……vi informerò più in la sperando di darvi notizie migliori e positivi……..
    Un abbraccio a voi tutti Dory & Tonio

  59. Eireen,
    ti scrivo solo per dirti che da quando ho scoperto il blog lo seguo con grandissimo interesse 🙂
    Vivo e lavoro in Italia e per ora non ho mai considerato l’idea seria di espatriare, però condivido con molti utenti l’amore per la cultura e lingua (!!! ok.. sto solo studiando il B1 😛 ) tedesca.

    Complimenti e continua così !!!

    ps: una curiosità però ce l’ho, ora che ci penso.. ti sei trasferita avendo già un lavoro e senza conoscere il tedesco. Come l’hai trovato questo lavoro 😀 leggendo gli altri commenti sembra un terno al Lotto ! (vabbé che in Italia, anche con l’Italiano di Dante si fa fatica!!)

    • Ciao Andrea:) benvenuto sul blog! Continua a seguirmi con grandissimo interesse, mi raccomando! 😉 Per la tua curiosità, puoi leggere la sezione FAQ di questo blog (in alto) per scoprire diverse cose su di me! Unico particolare: il tedesco lo sapevo eccome quando sono partita, ma dovevo rinfrescarlo – e anche parecchio. Oggi, a distanza di più di due anni, va molto meglio. La mia fortuna è stata che ho trovato lavoro in un posto in cui la lingua ufficiale è l’inglese e quindi non ho avuto pressioni col tedesco. Diversamente sarebbero stati cavoli!

  60. Per l’esperienza che ho avuto io, posso dire che è difficile trovare lavoro senza conoscere il tedesco, ma non impossibile.
    Io, per esempio, sono veunto ad abitare a Monaco in Maggio, dopo un mesetto ho trovato lavoro come elettricista ed ora abito con la mia famiglia (moglie e due bellissimi bimbi) in una casetta con giardino a sud di Monaco.
    Quello che ci vuole è molta tenacia e non vendersi per quello che non si è.
    Da quello che ho imparato fin’ora, i tedeschi amano molto le persone oneste e capaci.
    Ciao

  61. Ma tu parli tedesco. Io e mio marito lo stiamo studiando per muoverci a ottobre 2013 con almeno le basi.
    Parliamo inglese e siamo rispettivamente io fotografa e grafica, mentre mio marito è perito informatico con un passato da inbianchino/montatore di cartongesso. Nel periodo natalizio 2012 verremo a fare un primo sopraluogo sarebbe bello conoscersi. A presto Giulia

  62. Ciao!!! grazie Eireen! sono a Monaco da qualche giorno e mi ci trovo benissimo. Fortunatamente per un periodo (breve…) starò presso amici tedeschi ma sto iniziando ad imparare la lingua, dovrò cercarmi un lavoro e prima ancora un alloggio. Spero di farcela anche se non sono proprio giovincella… ho 54 anni ma ci provo e già sono a metà dell’opera. Complimenti per questo blog molto utile per noi italienerin! 🙂

  63. Cara Eireen,
    tra i tuoi blogghisti mancava forse la Mamma italiana di un ragazzo di 25 anni che sta per trasferirsi a Monaco ? Eccola qua allora !
    Lui arriva da Londra fresco di laurea in marketing in una universita’ londinese, con ottima conoscenza di 4 lingue…ma non il tedesco! Avra’ un contratto a tempo indetrminato ben retribuito..cosa che a Milano , nessuno gli avrebbe offerto…..lui è felice del suo futuro ed io con lui: questo nostro paese non puo’ piu’ offrire nulla ai giovani e percio’ purtroppo, non ci resta che tornare ad emigrare come fecero i bisnonni all’inizio del 900!
    Due domande : mi pare di capire che la tassazione sia alta almeno quanto in Italia, ti risulta? Ovviamente i Tedeschi pagano tasse salate ma i servizi saranno di livello sicuramente alto. Secondo problema: trovare un mini alloggio in una zona comoda e non troppo caro…..mi pare di capire che sara’ una cosa complicata, vero? Ma ce la fara’ e poi da bravo italiano la Mamma è pronta a salire sul treno e a correre in soccorso ( anche se lui ha gia’ detto che non ne avra’ bisogno, mica si puo’ fare la figura del mammone
    ….).

    Grazie dei tuoi consigli, utili ed anche divertenti.

    Una mamma italianissima…….

  64. Cara mamma italiana. A Monaco, citta’ molto bella e popolata da gente mite , c’ e’ una categoria di bastardi. Gli agenti immobiliari. Dato che l’ offerta di appartamenti e’ di gran lunga inferiore alla domanda questi figli di buona donna si permettono di fare i prezzi che vogliono…e non parli tedesco? cxxxx tuoi, bello. Allora avanti il prossimo. La Germania non e’ tutta rose e fiori, e il tuo figliolo se ne accorgera’. Io sono un laureato italiano che vive nei paraggi di Francoforte, ma che conosce bene Monaco. Ottima la Germania per lavorare e ti pagano molto bene….con tasse legermente piu’ alte ( cercati un brutto netto rechner su Internet e mettiti Steuerklasse 1 , dato che il tuo figliolo e’ single, e capira’ quanto netto gli rimane.) Attenzione a dichiararsi ATEO all’ almendung in comune perche’ sti bastardi ti applicano una trattenuta per la chiesa che con uno stipendio da super laureato come mi sembra il suo caso puo’ arrivare a centinaia di euro……al mese. Mah, io ho le mie perplessita’ .

  65. Ciao, proprio in questi giorni la mia azienda mi ha proposto un paio di anni di assignement presso la nostra casa madre che ha sede a Monaco. La policy aziendale prevede il pagamento della casa, i viaggi, le tasse tedesche, un budget per corsi di lingua per tutta la famiglia e per spese di ambientamento, il trasloco, la scuola a partire dai 3 anni. Sto vacillando, ma mi piacerebbe spostarmi solo con mia moglie, che lavora come avvocato a Bari, e mia figlia che ha 10 mesi. Il mio stipendio sarebbe analogo al netto italiano, aumentato in ragione del maggior costo della vita bavarese (secondo una tabella e dei coefficienti prestabiliti). L’idea mi piace molto, ma ho due principali preoccupazioni rispetto alle quali vorrei conoscere la tua opinione. In primis, quali possibilità concrete ha mia moglie, 35 anni, avvocato, inglese base e tante qualità, di trovare lavoro a Monaco anche in altri settori? Quanto inciderebbero i costi di asilo/ baby Sitter visto che mia figlia non ha diritto al pagamento dell’asilo (salvo variazioni in fase negoziale)?
    Grazie mille

    Umberto

    • Ciao Umberto, purtroppo ti posso aiutare poco per la faccenda di tua moglie. Non posso fare consulenze sul mercato del lavoro tedesco, perché davvero lo conosco poco o niente. Soprattutto non ho idea di che cosa esattamente sappia fare tua moglie (“Tante qualità” può voler dire tutto e niente). Per l’asilo, dipende. Per quelli pubblici suppongo si spenda poco o nulla, ma bisogna avere la fortuna di trovare posto. Per quelli privati credo sia necessario mettere in conto dai 500 euro al mese in su. In bocca al lupo. E

  66. Ciao Eireen,
    ho scoperto da pochissimo il tuo blog, ed è stata una piacevole sorpresa! Mi chiamo Nicla, vivo a Friburgo da 3 anni, e come te ho avuto lo stesso impulso di raccontare come va la vita di un’italiana in Germania, e meno di un mese fa ho iniziato a scrivere un blog. Sto curiosando piano piano nei tuoi vecchi post (ma anche negli altri blog che hai linkato), scoprendo che i motivi di stupore e i temi che più stimolano il gioco delle differenze tra italiani e tedeschi, sono spesso simili. Mi diverto un mondo! Grazie per i sorrisi che mi fai fare, ciao
    Nicla

  67. Ciao Eireen,

    mi sono appena trasferito a Monaco per lavoro a tempo indeterminato. Lavoro per un azienda che ha una filiale proprio nel capoluogo Bavarese. Cerco amicizie italiane intorno alla mia età (32 anni) per cominciare a creare un network di gente giovane con cui condividere il tempo libero.
    Potresti consigliarmi qualche locale o punti di ritrovo per i giovani italiani?

    Grazie mille,

    Matteo

    • Ciao Matteo, mi spiace ma non ho idea se esistono locali specifici per italiani o Simili, ma puoi provare ad iscriverti al sito italiansonline, sezione Monaco di Baviera e sentire da loro. Ciao! E

  68. Ciao Eireen! navigando per internet ho visto il tuo blog..molto interessante. Sai io sto pianificando di trasferirimi per un pò di tempo a Monaco. Leggere che trovare casa è così diffcile mi spaventa..ma è difficlie anche trovare una camera in un appartemento in condivisone? esiste un forum di italiani a Monaco? ciao! 🙂

  69. Ciao Eireen sono un ragazzo di 28 anni in procinto di trasferirimi a Monaco per trovare lavoro, ho un inglese avanzato ma non so nulla di tedesco. A tal proposito ho pensato di frequentare un ntegrationskurse una volta li. Che tu sappia che documenti bisogna esibire per frequentarlo e quanto tempo ci vuole per essere ammessi? Ti ringrazio Vito

  70. vorrei lavorare come parrucchiere e la mia passione grazie

    • Spiacente, ma siamo al completo e, tra pettinatrici e addette al colore, abbiamo giá personale sufficiente per coprire il 2013. In bocca al lupo.

  71. ciao Eireen,vista la crisi ,e il fatto che sono mesi che non riesco a trovare lavoro qui,un problema perchè ho moglie e figlia,stò arrivando ad una scelta di andare a cercare lavoro in germania.ci sono già stato in passato ho lavorato con un impresa edile italiana a berlino (che ora non riesco più a contattare)allora era più facile perchè sono partito tramite un altra persona ,quindi con il posto di lavoro pronto.adesso stò mandando cv a molte imprese edili tramite internet ,ma con nessuna risposta.sono arrivato ad una conclusione,partire all avventura e una volta che sono li cercare lavoro girando e chiedendo da cantiere a cantiere….supponendo di trovare qualcosa portare anche moglie e figlia.ho un dubbio se esistono ancora imprese edili italiane che lavorano li in trasferta assumendo operai italiani,essendo poi li un consiglio dove potrebbe essere il primo posto a cui rivolgermi (non conoscendo bene la lingua tedesca).essendo un operaio edile qualificato.

  72. Cara Eireen stavo navigando per il web alla ricerca di informazioni su come emigrare in Germania, quando sono capitato sul tuo blog. Ho 47 anni e parlo un poco il mandarino, perchè ho seguito un corso per posta tanti anni fà. Non so il tedesco, ma sono pieno di buona volontà e spirito di sacrificio. Possiedo nell’ordine: un mezzo diploma da estetista (non ho mai potuto finire il corso), il certificato di un corso sull’omeopatia ottenuto all’università della terza età, esperienza approfondita come postino e aiuto-venditore di frutta. Sogno di trasferirmi a Dresda per avere una vita migliore, uno stipendio dignitoso e un futuro sicuro!!! Ora ti chiedo: 1) quanto costano gli appartamenti a Dresda 2) come sono gli stipendi là 3) che clima fa in aprile, quando io vorrei trasferirmi 4) a quale ufficio mi devo rivolgere per aprire un centro estetico omeopatico dove creerei anche un angolino dove vendere la frutta (sono un genio del marketing eh?) 5) nel caso, visto che non parlo la lingua, potrei appoggiarmi a te per eventuali traduzioni di documenti etc…? Se necessario verrei a Monaco in treno per portarti le carte da tradurre. Unica cosa che ti chiederei sarebbe gentilmente di venirmi a prendere in stazione, perché io non ho la macchina. Avrò un cartello con scritto sopra “EIREEN”! Ti ringrazio in anticipo per l’attenzione e il supporto e complimenti per l’azzeccatissimo blog! Ciao Giovanni

  73. Ciao Eireen, mi chiamo Sara. Seguo il tuo blog da un po. Studio comunicazione e mi piacerebbe capire com’è la situazione “blogger” in Germania. Quali sono i più famosi? Grazie mille e spero di non essere stata inopportuna 🙂

    • Ciao Sara, ti sarei volentieri di aiuto, ma sinceramente non saprei dirti quali sono i blog più famosi…. Nella colonna di destra del mio blog puoi trovare un elenco di blog “tedeschi”, ma non so quale fra questi sia(no) i(l) più celebre/i, mi spiace. Non saprei neppure con quale criterio misurare la celebrità… Sorry. Ciao E

  74. ciao mi chiamo ulisse ho 40 e son.singol per questo.mi piacerebbe capiare aria. il mio lavoro e pittore edile.e amo la birra come voi…..sono abruzzese.c”epossibilita di lavorare.a monaco.grazie ..ciao

  75. Arrivo un po’ in ritardo, ma volevo farti i complimenti per il blog. Anch’io sono un italiano espatriato in Germania (Berlino, per la precisione, che come molti tedeschi mi fanno notare “non è davvero Germania”) e i tuoi post mi hanno fatto sorridere e pensare. Ottimo lavoro! 😉

    • Ti ringrazio di cuore, Federico e vado subito a leggere il tuo blog! 🙂

    • Complimente per il blog Eireen! volevo farti mille domande!! 🙂 sono una mamma peruviana ed ho una figlia 14enne che studia lingue(tedesco,inglese,cinese) vorrei sapere come posso fare per mandare mia figlia in Germania nel mese di giugno/luglio.quale sarebbe la scuola più adatta (qualità/prezzo) e per l’alloggio(affidabile).Ti ringrazio in anticipo per la risposta!! Irma

  76. ciao Eireen,sono una mamma di 32 anni,mio marito ha trovato da poco un lavoro come pizzaiolo in Baviera,Premetto che abbiamo lavorato insieme fino a 10 anni fa ,sempre in Germania,ma nel 2003 siamo tornati in Italia,ci siamo sposati e abbiamo aperto una piccola pizzeria.Purtroppo la crisi ci ha costretti a chiudere..ora non riuscendo a trovare un’occupazione,mio marito a 42 anni,ha deciso di tornare in Germania.Il mio tedesco non è perfetto ma parlo,leggo e scrivo senza grosse difficoltà.,avendolo studiato a scuola, e me la cavo anche con l’inglese(maturità linguistica).Sto pensando seriamente di raggiungere mio marito,appena possibile,ma ho bisogno di qualche consiglio.Abbiamo 2 bimbi:uno di 6 anni(,da compiere a Maggio )e uno di quasi 4 .Vorrei sapere se devo portare documenti dei bambini,certificati del comune o altro per iscriverli all’asilo e a scuola…e soprattutto cosa mi consigli di fare….di sicuro dovrò lavorare anch’io,perchè con una sola entrata,non possiamo mandare avanti la famiglia,.mi potresti dire anche quanto costerebbe ad una famiglia di 4 persone come noi,tra affitto,spese,scuola e spese varie…?lo so che sarà difficile ma vorrei tanto che i miei avessero un futuro migliore del nostro….Ciao,Caty

  77. Ciao! Complimenti x tutti i tuoi interventi! Volevo chiederti una cosa… È da una settimana che sono a Monaco e non ho trovato lavoro ancora anche Xke le possibilità x chi no conosce la lingua sai benissimo che sono solo nel campo della ristorazione…ma io non ho mai fatto niente del genere! Quindi volevo chiederti se conoscessi qualche azienda italiana con sede a monaco o cmq altri tipi di offerta che non sia gastronomica. Grazie mille ed ancora complimenti! Bello spero anch’io di poter aver l’aiuto famiglia presto!

  78. Ciao! Posso farti alcune domande? Perché avrei in mente di trasferirmi a Monaco
    Grazie

  79. Ciao, Eireen… Io e il mio fidanzato stiamo disperatamente cercando un monolocale da prendere in affitto a Monaco… Ma su Internet è una giungla!!! Come possiamo fare?
    Grazie mille

    • contattate Graf immobilie, ho sentito che hanno un contatto con un italiana a Monaco che ha un paio di appartamenti che affitta. buona fortuna !

  80. salve a tutti ! Siamo una famiglia con tre figli, due maggiorenni e un piccolo. Abitiamo in una casa molto grande a 50 km da Monaco. Siamo in campagna collegati con la S-bahn, S4 direzione Geltendorf. Dalla S-bahn per arrivare a casa siamo collegati con bus. Invece per chi avesse l’auto, si arriva in 40 minuti a Monaco. Per chi non trovasse un alloggio a Monaco e avesse urgenza, tenete presente che possiamo offrire alla cifra modica di 350 euro mensili, una camera, il bagno molto grande in comune con i figli, uso cucina e balcone-terrazza. Tutto questo lo possiamo offrire per il mese di maggio-giugno-luglio e agosto 2013.
    per qualsiasi contatto tel. 08193/990680
    0173/3189525

  81. ciao Eireen,sono Stefano di 38 anni vivo a beeluno in veneto,sono disperato,ho chiso la mia attivita’ dopo 11 anni ,sono 20 anni che faccio l’ imbianchino.ho un figlio e la mia compagna mi ha mandato via di casa perche’ giustamente non puo’ sostenere tutto lei.vorrei trovare lavoro in germania come imbianchino ma non so il tedesco e non so dove rivolgermi.puoi aiutarmi?il mio indirizzo e’ stepiaz2007@libero.it
    grazie

  82. ciao Eireen mi chiamo luigi 35 anni ho un bimbo di 2 anni e da poco chiuso una attivita artigiana (tappezzeria) volevo chiederti io ho intenzione di trasferirmi a Monaco a settembre il problema e che io non so il tedesco e so veramente poco l’inglese secondo te potrei trovare qualche lavoro in bar pizzeria ecc ecc pur non sapendo il tedesco senza tante pretese ma facendo in modo da potermi imparare il tedesco epotermi rifare una vita ti ringrazio tantissimo un abbraccio

    • Te lo dico io, perchè ho visto parecchi siti, ci sono tanti bar e ristoranti e altre cose gestite da italiani a Monaco, e tu hai la fortuna di avere esperienza, ti prenderebbero ad occhi chiusi, infatti molti non chiedono la conoscenza della lingua tedesca, è utile, sicuramente, ma in molti casi non fondamentale, la impari li vivendo, pure io ho il sogno di andare a Monaco, solo che sono ragazzo di 23 anni e non ho esperienza, a settembre pure io andrò, senza esperienza e senza conoscenza della lingua tedesca, spero magari di trovarti li e magari apri un tuo ristorante e mi assumi come lavapiatti 😉 dai scherzo, ti auguro buona fortuna magari ci incontreremo li, anche se non so dove girarmi ormai, imbocca al lupo.

  83. Vivo in Italia, domani vado a monaco per vedere la nuova scuola bilingue Leonardo da vinci. Sogno di trasferirsi presto a monaco con tutta la famiglia.

  84. Ragazzi, io sono nella cacca qua in Italia, ho 23 anni e non trovo un lavoro perchè non ho esperienza ma non me la fanno fare, e il mio sogno è proprio Monaco di Baviera, se qualcuno ha conoscenze e magari da qualche parte serve anche un semplice lavapiatti, mi contatti per favore, ve lo chiedo in ginocchio, non so dove sbattere più la testa e non voglio più essere un peso per i miei genitori e in più farmi un’esperienza di vita, perchè a 23 anni non posso passare tutti i pomeriggi in un bar come un anziano, se avete novità che cercano da subito a Monaco di Baviera, contattatemi all’indirizzo email: danieledallapuppa@hotmail.it

  85. ciao a tutti mi chiamo domenico vivo a firenze avevo una ditta artigiana di imbianchini e riparazioni edili etc. ma come la crisi o chiuso e mi e venuta l’idea di trasferirmi in germania anche monaco va bene ma qualcuno sa dirmi se si trova lavoro come imbianchino?ho una lunga esperienza.grazie..domenicozuko@virgilio.it

  86. Sono a münchen urge lavoro sono maestra d arte restauratrice
    Grazie

  87. ciao sono francesca
    ho scoperto il tuo blog perchè sto per iniziare anche io una nuova avventura in germania, ad amburgo. io e i miei due bimbi di 2 e 5 anni e il papà a cui è stato offerto un posto di lavoro. è successo tutto così in fretta che dobbiamo ancora metabolizzare. ma il tempo è tiranno e…non sappiamo da che parte cominciare. l’unica certezza per ora è la data di inizio lavoro. dobbiamo ancora trovare casa, avviare le pratiche burocratiche, cercare un asilo per i bimbi…. tutto insomma.
    premesso che il contratto è di 6 mesi + 6, quindi per ora prevediamo un’avventura a tempo determinato, sai darmi qualche consiglio?
    per esempio c’è qualcosa a livello di pratiche per l’espatrio che possiamo fare già da qui? grazie mille. ora vado a spulciarmi un pò il blog! ;P
    francesca

    • Ciao Eireen,
      mi presento il mio nome è Domenico Chioppa, vivo a Taranto ho tre splendidi bambini ma l’Italia con me non è stata economicamente clemente. Per questa ragione io e mia moglie abbiamo deciso di trasferirci in Germania. Io salirò per primo alla ricerca di un lavoro e di una alloggio, ed avro tempo fino a settembre del 2014 per organizzare tutto. Ho un preblema però i miei bambini hanno 12-5 e 3 anni; per i due più piccolini sò che ci sono asili e scuole primarie bilingua, ma per il più grande che quest’anno frequenterà in Italia la prima media non sò come comportarmi.
      Purtroppo non sanno una parola di tedesco ed ho paura per la loro integrazione. La domanda è se ci sono delle scuole secondarie bilingua ed inoltre avendo fatto la prima media in Germania a cosa corrisponde?

      Ti ringrazio tanto per la tua gentilezza e la tua pazienza

      Domenico Chioppa

  88. Ciao Domenico.

    Ho avuto la stessa esperienza l’anno scorso.

    Non farti tanti problemi, bambini e ragazzi imparano prima di quanto non crediamo. Dalla mia esperienza posso dirti che puoi iscrivere i bambini in una scuola tedesca senza problemi, perchè comunque sono molto organizzati ad accogliere ragazzi che non parlano tedesco, e sono molto comprensivi in tal senso.

    Inoltre iscrivendo i ragazzi in una scuola tedesca, impareranno molto prima che in una scuola bilingue.

    Almeno questo ho imparato dalla mia esperienza.

    Un abbraccio e tantissimi auguri ! ! !

    Enrico

  89. …. sto leggendo varie parti del tuo blog e non solo lo sto trovando utile (informazioni, tips & triks) ma mi sto facendo un sacco di risate sul tuo stile comunicativo….. x certi passaggi mi sembri me…. hahahahahahaha ironia e ruvidita’ a manetta…. Ahhahaha continuero’ a leggere in questi giorni… Un saluto

    • Garzie mille AJL, che bella sopresa questo commento “tardivo”, Non rispondo più, ma per te non potevo che fare un’eccezione. Ciao! E

  90. ciao mi sono trasferita a monaco da tre mesi mio marito ha deciso di mollare la vitaccia che facevamo in italia piu´ di un anno fa trovando nel giro di una settimana piu´ di un lavoro!! eh si perche´ lui nn aveva nessun tipo di proproste in quel tempo. volevo solo incoraggiare gran parte della gente che vuole cambiare vita lavoro e stipendio traferendosi qui…si vive benissimo io ho due bambini la lingua e´´ davvero l´´ultimo dei problemi perche´ anche un´ignorante e´ capace dopo un po´ di tempo ad imparare il tedesco…nn scoraggiatevi mai e fate quello che sentite di fare…la maggior parte della gente che non ha dovuto subire soprusi economici, vi puo´´ solo scoraggiare a partire per la germania…ma qui la vita cambia e vi assicuro che cambia in meglio.

    • Ciao Fabrizia.
      Benvenuta nella bella Monaco. Vedrai che vi troverete benissimo, anch´io ho due bimbi piccoli.

      Dove avete trovato casa?

      Se ci scambiamo le mail possiamo trovarci con le famiglie.

  91. io sn certa che in genere il cambiamento e’ positivo… xke se uno cambia non lo di certo con i propositi di cadere dalla padella alla brace!!
    Noi abbiamo trovato casa (johanniskirken strasse)… mio marito inizia con l’azienda tedesca dal 1′ febbraio… e quindi tempo di traslocare, organizzarci… dal nuovo anno saremo tutti su!!!!! che bello… amo München….. e i ns bimbi si divertiranno alla grande a fare a pallate di neve….
    ora mi sto iniziando a “scontrare” con la realta’ kindergrippe e kindergarten che e’ tragica come mancanza di posti….
    Penso positivo e speriamo di spuntarla!!

  92. Ciao. Informati bene, magari con l´aiuto di un Sozialzentrum, perché per enrambi sono obbligati a darti un posto. Noi l´abbiamo spuntata in soli 15 giorni, e tutti e due i bimbi vanno all´asilo.

  93. Davvero?
    wow non lo sapevo.. Per ora quello che ho sentito telefonicamente e via mail mi hanno messa in lista d’attesa.
    Grazie del consiglio! Lo faro’ sicuramente.. anche perche sulla via di casa ce ne sono ben 5!!!!! Noi parliamo solo inglese e francese… speriamo che possano aiutarci lo stesso… :-))))
    E comunque voi avete scelto direttamente scuole tedesche vero?

    Noi pensavamo fosse la cosa migliore.. Sn davvero piccoli i nostri… Quindi nn dovrebber aver grossi problemi… (26mesi e 11mesi)

    • Ciao.
      Per la lingua nessun problema. I miei bimbi parlavano solo italiano, ora dopo un anno parlano perfettamente italiano e tedesco. Vai direttamente negli asili tedeschi. Vi daranno tutta l´assistenza di cui hanno bisogno i bimbi per imparare.

    • Ma infatti è noto a tutti che il tedesco lo impara chiunque in 5-6 giorni. Ma che dico 5-6? Tre al massimo! In confronto lo spagnolo sembra finlandese! Venite in Germania! Verrete ricoperti d’oro e offerte di lavoro! I tedeschi aspettano solo voi! Come metterete piede qui, i datori di lavoro di grandi multinazionali, vi si attaccheranno ai pantaloni, disperati, perché vorranno offrirvi una posizione. Lo stipendio minimo qua è di 5000 euro al mese netti! NETTI! E le case? Ve le regalano. Casa da 7 camere da letto extra-lusso a 50mila euro. In più qua si mangia benissimo e la gente vi vorrá bene da subito. Che cosa state aspettando? Venite o no in Germania?

  94. Ciao Eireen.

    Magari, fosse cosí.

    Io posso parlare dell´esperienza dei miei figli che dopo un anno parlano bene il tedesco (hanno 2 e 4 anni). Io me la cavo, ma avevo buone basi di Inglese e Hindi.
    É chiaro che non é facile trovare un lavoro e una casa adeguata. Qualche mese ci vuole.
    Ma una cosa é ovvia! Se qui non é semplice, in Italia ormai é diventato impossibile.
    Non so da quanto manchi dall´Italia, ma ti assicuro che lí é l´inferno. Parecchi miei amici, compreso me, hanno dovuto chiudere la propria ditta dopo tanti anni di attivitá. L´istruzione sta diventando un optional e la sanitá roba da ricchi.
    Tantissimi conoscenti hanno perso il lavoro dall´oggi al domani e non sanno nemmeno piú come fare la spesa, e ti parlo del Nord Italia.

    Io capisco la disperazione di tanti che vengono qui ( e ne conosco tanti) e preferiscono fare qualsiasi lavoro, purché lavorino.
    Io non dico che qui sia il paradiso, anzi, non lo é proprio.

    Non é questione di soldi o diritti o altro, é questione di dignitá e qui io, come tanti altri, l´ho trovata.

    E come l´ho ritrovata io, capisco quelli che la vengono a cercare….

    Per lo stipendio, sicuramente non prendo 5000 euro, ma il doppio dell´Italia (e lí ero artigiano) li prendo.
    La lingua (mi ci sono impegnato a testa bassa) l´ho imparata discretamente in meno di un anno (infatti lavoro in una ditta, multinazionale, dove sono tutti tedeschi).

    La casa l´abbiamo trovata, con giardino, nel giro di 3 mesi, appena fuori Monaco a 10 min a piedi dalla S-Bahn.

    Sacrifici? ne ho dovuti fare tantissimi e non guardare in faccia niente e nessuno! Solo la faccia di mia moglie e dei miei figli, solo quello avevo davanti.

    Che dirti…. forse piú unico che raro.

    Ah…… non sono nemmeno laureato….

    Io dico che é meglio provarci e levarsi ogni dubbio, che vivere senza averci provato ed avere il rimorso del “chissá….”

    E questo vale non solo per la Germania, ma per qualsiasi destinazione.

    • Sono Enrico quello di prima, é che ho ricommentato con l´account WordPress, per questo il nome “tavoliere”….

      😉

      Ciao

    • Appunto Enrico, non è affatto così. Conosco la situazione italiana tramite famiglia e amici rimasti là e tramite i giornali. Qua va sicuramente meglio, ma trovo sciocco e anche pericoloso illudere chi in Italia non riesce più a cavarsela, con frasi come “qualunque ignorante può imparare il tedesco” o “qua si trova lavoro facilmente”. Sono esagerazioni e falsità. E comunque dipende da caso a caso. Se io prendo l’esempio di chi ha avuto fortuna e qua si è ambientato al meglio in un attimo e poi elevo questo esempio a statistica universale, facendo credere che per chiunque venga in Germania sará così, allora sto prendendo in giro la gente. La realtá si avvicina molto di più a quella descritta da te ed é giusto sottolinearlo. Qui NON è Bengodi, come troppi ancora pensano.

  95. Ciao Eireen,
    mi chiamo Matteo e sono un giovane architetto junior con tante varie esperienze di lavoro in tutti i campi.
    Attualmente ho la possibilità di fare un tirocinio di 6 mesi in una città a mia scelta all’estero e Monaco per me sarebbe la meta perfetta!
    Tuttavia prerogativa del bando per il tirocinio è di trovarsi da soli il posto in cui si lavorerà. Io sto cercando una società che faccia servizi per l’architettura ed il design (magari fotografia anche) oppure una società che si occupi di architettura ecosostenibile o ecosostenibilità. Tu per caso puoi darmi qualche dritta riguardo all’offerta in questi campi lì a Monaco?

  96. Ciao Eireen, sono Roberta, ho 35 anni,due figlie molto piccole, un marito che fa spola Italia-Germania più o meno da 6 anni a periodi alterni e un quesito da sciogliere: io ho un contratto in Italia, pubblico e a tempo indeterminato, e l’idea sarebbe quella di prendere aspettativa dal lavoro per un anno circa (non so ancora il tempo effettivo che mi concederebbero al lavoro!)per provare a stare a Monaco(dove attualmente lavora mio marito) e che è una città che io già conosco e amo, ma che ho praticato con lui quei famosi 5-6 anni fa da fidanzata, e senza figlie! ora invece l’idea di venire(mi ha chiesto lui di provare!)mi determina continue crisi di ansia soprattutto perché so che inserire le figlie a scuola richiederà tempo e io nel frattempo perderò tempo prezioso per studiare la lingua e inserirmi eventualmente nel mondo del lavoro (io sono infermiera e so che adesso la mia professione è piuttosto richiesta!)!!la mia domanda è: tu mi puoi consigliare come muovermi per il nido-scuola materna, per poter fare delle pre-iscrizioni, eventualmente fosse possibile???grazie mille, attendo cortese risposta!!Roberta

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...