Organizzazione 2

Dialogo realmente avvenuto oggi tra me e una mia collega tedesca (che stimo e apprezzo parecchio, tra l’altro). Parlando di un terzo collega:
–          IO:  Mi ha fatto un sacco di richieste ultimamente, tra l’altro non sono nemmeno la sua assistente. Quindi ho dovuto mettere le sue cose come ultima priorità e alla fine si è lamentato.
–          LEI: Ma gli accordi erano che tu l’avresti aiutato solo con l’archiviazione, giusto? Tutto il resto che ti ha chiesto di fare non era nei patti.
–          IO: Infatti. Per questo ne ho dovuto parlare con lui molto onestamente.
–          LEI (serissima): Ah io li conosco, lui e il suo socio. Prima ti dicono che c’è pochissimo da fare, poi improvvisamente se ne escono che ci sono mille cose da sbrigare e tutte urgentissime. Eh no, così non va. Wolfgang in particolare è tremendo, veramente disorganizzato. Pensa che viene alle riunioni, c’è un ordine del giorno in cui si è deciso di parlare, che ne so, delle prese elettriche e lui che cosa fa? Si mette a discutere dei problemi idraulici. Ti rendi conto? Ma non era quello il meeting sui problemi idraulici, capisci? Solo che lui se ne esce così all’improvviso con cose che non c’entrano niente. È veramente un tipo poco strutturato! (detto come fosse il peggiore degli insulti).
Fantastico! La mia parte tedesca ha concordato pienamente con la lamentela, mentre la mia parte italiana si è buttata sotto al tavolo dalle risate,
dato che io sono abituatissima a riunioni dove si parla di ben altro rispetto a quanto programmato. Mi viene in mente l’osservazione sui tedeschi di quella mia ex-collega italiana che ha vissuto in Germania per anni: se in mezzo al discorso con un tedesco state trattando un dato argomento e  vi mettete di colpo a parlare d’altro, il tedesco, disorientatissimo, vi dirà: “Ma non stavamo mica parlando di questo”. Non c’è niente da fare, questo episodio è una conferma dell’assunto generale: “tedeschi=organizzati, ma rigidi – italiani=incasinati, ma flessibili”. Ma da qualche parte deve pur esistere un popolo organizzato e contemporaneamente flessibile! … No?

Annunci

I commenti sono chiusi.